Le misure del Mit per il COVID-19

Le misure del Mit per il COVID-19:

Le regole nel settore dei trasporti e delle infrastrutture.

(Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti)

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dall'inizio dell'emergenza sanitaria da Covid19, ha adottato una serie di misure per la riduzione della mobilità delle persone, i controlli sui mezzi di trasporto, la tutela della libera circolazione delle merci e della sicurezza nei cantieri.

Patenti: le disposizioni per l’emergenza coronavirus (clicca qui)

Di seguito l'elenco delle deliberazioni prese nei vari settori:

11 dicembre Prorogata la validità delle autorizzazioni per i trasporti eccezionali

4 dicembre Via libera ai mezzi pesanti durante le festività e nei fine settimana di dicembre

30 novembre Patenti: ripresa dell’attività nelle Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte

30 novembre Patenti: ulteriore sospensione delle prove pratiche nelle Regioni Campania, Toscana e P. A. di Bolzano

26 novembre Via libera ai mezzi pesanti anche nell'ultimo fine settimana di novembre

26 novembre Patenti: sospese fino al 3 dicembre le prove pratiche nella Regione Abruzzo

23 novembre Patenti: sospensione fino al 3 dicembre delle prove pratiche nelle 4 Regioni "rosse"

17 novembre Patenti: sospensione prove pratiche fino al 29 novembre nelle Regioni Campania e Toscana

13 novembre Il Mit istituisce Gruppo di coordinamento per la gestione dell'emergenza

4 novembre Decreto di sospensione divieti di circolazione mezzi pesanti

3 novembre Accordi internazionali di deroga al trasporto merci pericolose

14 ottobre Circolare su estensione autorizzazioni ai trasporti eccezionali

7 settembre Linee guida del trasporto pubblico e del trasporto scolastico dedicato

31 agosto Approvate linee guida per il trasporto pubblico 

25 agosto Emanate le linee guida per gli scuolabus

8 agosto Le misure di competenza del Mit nel Dl "Agosto"

4 agosto Sottoscritto un protocollo tra Mit e Inail per la tutela della salute e la sicurezza nell’autotrasporto

1 agosto Precisazione sulle linee guida allegate al DPCM del 14 luglio

19 giugno Stanziati 412 mln di euro per sostenere le aziende del Trasporto pubblico locale

14 giugno Nuove disposizioni per il trasporto aereo

12 giugno Prorogata la sospensione del divieto di circolazione per i mezzi pesanti

2 giugno Nuove disposizioni per il trasporto aereo e per i collegamenti con Sicilia e Sardegna.

2 giugno Introdotto l'obbligo di misurazione della temperatura per i passeggeri dei treni a lunga percorrenza

17 maggio Riaperti i collegamenti marittimi con la Sicilia e l’aviazione generale con le isole

17 maggio Aggiornate le linee guida sul Tpl in vista delle prossime riaperture

17 maggio Le linee guida Mit per il trasporto nautico e la balneazione

17 maggio Dal 20 maggio riaprono le autoscuole

16 maggio Sostenibilità: fino a 500 euro per buono mobilità

14 maggio Le misure del Mit nel Decreto Rilancio

7 maggio Proroga sospensione divieto circolazione dei mezzi pesanti nei giorni festivi

6 maggio Dal MIT 60 milioni per sostegno locazione

30 aprile Operativi dal 4 maggio aeroporti di Ciampino e Firenze Peretola

27 aprile Linee guida per il trasporto pubblico

27 aprile Ripartono i cantieri pubblici

25 aprile Nuovo Protocollo per la sicurezza nei cantieri

21 aprile Aggiunto un collegamento marittimo giornaliero con la Sicilia

15 aprile Proroga della sospensione del divieto di circolazione ai mezzi pesanti

12 aprile Proroga al 3 maggio di tutti i provvedimenti

7 aprile Proroga della sospensione del divieto di circolazione ai mezzi pesanti per Pasqua

4 aprile Proroga al 13 aprile di tutti i provvedimenti

28 marzo Disposizioni più stringenti per chi rientra in Italia dall'estero

27 marzo Sospensione del divieto di circolazione per i mezzi pesanti nei giorni festivi (proroga)

26 marzo Presentazione dei piani finanziari per le Concessionarie Autostradali (proroga)

25 marzo Sospensione dei collegamenti via traghetto con Barcellona, regolare il traffico merci

25 marzo Proroga al 3 aprile di tutti i decreti legati all'emergenza coronavirus

20 marzo Linee guida sulla sicurezza nel trasporto e nella logistica

19 marzo Sospensione dei servizi di crociera per navi italiane e blocco dell’arrivo nei porti italiani di quelle con bandiera straniera

19 marzo Linee guida per la sicurezza nei cantieri edili

18 marzo Consiglio europeo straordinario dei trasporti su misure solidali per stati e operatori

18 marzo Nuove restrizioni nel settore dei trasporti

18 marzo Sostegno a tutte le imprese del trasporto merci e passeggeri

17 marzo Obbligo di autoisolamento per chi rientra in Italia

16 marzo Sospensione dei collegamenti e trasporto ordinario passeggeri da e per la Sicilia

14 marzo Sospensione dei collegamenti e trasporto ordinario passeggeri da e per la Sardegna

14 marzo Sospesione della circolazione dei treni notturni

14 marzo Sospensione dei divieti di circolazione mezzi pesanti nei giorni festivi

14 marzo Razionalizzazione dei servizi automobilistici interregionali

13 marzo Riprogrammazione dell’offerta del trasporto ferroviario passeggeri

12 marzo Razionalizzazione del servizio aereo in considerazione della limitata mobilità sul territorio nazionale

11 marzo Proroga dei termini per effettuare gli esami e della validità dei fogli rosa

11 marzo Proroga della validità dei carte e permessi di guida

8 marzo Consigli per chi viaggia

8 marzo Chiarimenti su merci e lavoratori transfontalieri

Qui le norme di comportamento da seguire

Ue e Uk hanno raggiunto accordo di principio su Brexit:

Ue e Uk hanno raggiunto accordo di principio su Brexit, Irlanda del Nord resta nel Mercato Unico europeo

L’accordo di libero scambio è ancora lontano: von der Leyen e Johnson a colloquio

Nella giornata di ieri, 8 dicembre, il cancelliere britannico Michael Gove e il vicepresidente della Commissione Europea Maros Sefcovic hanno trovato l’intesa per un Accordo di principio sull’uscita del Regno Unito dal Mercato Unico Europeo risolvendo i temi più spinosi dei negoziati.

Tra questi spicca la decisione sul futuro dell’Irlanda del Nord. Secondo l’Accordo, resterà nel Mercato Unico Europeo anche se l'UK dovesse firmare un nuovo accordo commerciale con l’Europa.

Il ministro Gove ha confermato, inoltre, il ritiro delle clausole 44, 45 e 47 dall’Internal Market Bill, il disegno di legge britannico sul mercato interno, come già anticipato da Johnson il 7 dicembre. Le tre clausole riguardanti le dichiarazioni doganali di esportazione e gli aiuti di stato erano, infatti, i punti del disegno di legge fortemente ostacolati dall’UE.

L’accordo di principio dovrebbe riguardare tutte le seguenti aree:

  • dichiarazioni di esportazione.
  • posti di controllo frontalieri e punti di ingresso specifici per i controlli su animali.
  • piante e prodotti derivati.
  • fornitura di medicinali.
  • fornitura di carni refrigerate e altri prodotti alimentari ai supermercati.

Sono lieto di annunciare che grazie al duro lavoro con Michael Gove abbiamo raggiunto un accordo di principio su tutte le questioni relative sulla implementazione dell’accordo di recesso. Ciò garantirà che sia pienamente operativo a partire dal primo gennaio, incluso il protocollo sull’Irlanda” ha commentato il commissario Sefcovic.

Dunque, la risoluzione delle questioni più controverse, dà qualche possibile speranza su ulteriori successi nei negoziati che da alcuni giorni erano supervisionati dal Presidente della Commissione e il primo ministro. Diritti di pesca, e soprattutto level playing field, ossia regole comuni a protezione della concorrenza leale tra imprese, restano le tematiche più spinose.

Von der Leyen e Johnson sono impegnati in una sessione di colloqui per arrivare a un accordo commerciale che scongiuri l’ipotesi di una uscita “no-deal”. Senza accordo, infatti, le relazioni tra Regno Unito e Unione Europea sarebbero regolamentate dalle regole dell’Organizzazione Mondiale del Commercio – WTO.

Analisi del Centro Studi Fedespedi sulle performance operative:

Lo scorso anno nove società del settore hanno registrato un fatturato di 590,9 milioni di euro. (+1%)


È stato pubblicato oggi il rapporto: “I terminal container in Italia: un'analisi economico-finanziaria”. Elaborato per il quarto anno consecutivo dal Centro Studi Fedespedi, con l'obiettivo di analizzare le performance economico-finanziarie delle società di gestione dei principali terminal italiani.


L'analisi del rapporto, fotografa l'andamento dei terminal italiani nell'ultimo anno di attività pre-Covid. Nel 2019 i 12 terminal analizzati, hanno movimentato complessivamente 8,495 milioni di teu, pari al 78,8% del totale italiano (10,770 milioni di teu) e con un incremento del +1,4% sul 2018. (Volume di traffico movimentato su una superficie portuale totale di 5,1 milioni di metri quadrati e avvalendosi di 94 gru di banchina).


Punte positive sono registrate a Livorno (+11,6%), Ancona (+10,8%) e Trieste (+10%). In calo, invece, Salerno (-20,7%). Genova, il primo porto container a livello nazionale, ha registrato un -0,9% al terminal SECH e un +1,4% al terminal PSA Genova Pra'. Quanto a Cagliari (-75,1%), il dato è relativo al periodo di attività gennaio-giugno 2019 e la forte contrazione registrata è connessa alla decisione della compagnia di navigazione Hapag-Lloyd di spostare le operazioni su Livorno.


Per quanto riguarda le performance economico-finanziarie delle società terminaliste, i terminal analizzati sono stati nove. (In quanto il bilancio 2019 di Cagliari riguarda solo un semestre di attività). Quelli di Gioia Tauro e Ravenna non sono ancora disponibili.

Questi i dati più significativi: i terminal hanno realizzato nel complesso un fatturato di 590,9 milioni di euro, con un valore aggiunto di 316 milioni di euro e un risultato finale di 74 milioni di euro, pari al 12,5% del fatturato. A numero omogeneo di imprese, il rapporto 2019-2018 evidenzia un aumento del +1% del fatturato (590,9 rispetto a 585,2 milioni).


I risultati dei singoli porti in termini di fatturato seguono i risultati delle performance operative: Salerno registra un -9,1%, mentre segnano una crescita consistente Ancona (+23%) e Trieste (+12%).Fanno eccezione i terminal genovesi che registrano risultati di segno opposto in termini di fatturato rispetto ai teu movimentati: SECH +5,2% e PSA Genova Pra' -2,5%.

ANAMA 01/2021 – Calendario 2021 dei divieti di circolazione dei mezzi pesanti:

Con il decreto del MIT pubblicato nella G.U. n.323 del 31.12.2020, è stato approvato il calendario 2021 dei divieti di circolazione dei mezzi pesanti (massa complessiva superiore a 7,5 ton) fuori dai centri abitati.

La circolazione sarà vietata:

Tutte le domeniche e i giorni festivi dalle 9,00 alle 22,00 (dalle 7,00 alle 22,00 nel periodo da giugno a settembre);

I sabati di luglio e gli ultimi due sabati di agosto dalle 8,00 alle 16,00; i primi due sabati di agosto dalle 8,00 alle 22,00;

I ponti festivi e di esodo (Pasqua, ultimo week end di luglio e primi due week end di agosto, Natale).

Come d’abitudine il decreto individua una serie di esenzioni e precisazioni.

Nel rinviare alla lettura puntuale del documento per un quadro complessivo, per la parte che qui interessa rimarchiamo come anche quest’anno sia stato confermato l’esonero dai divieti per i veicoli adibiti al trasporto di merci da e per gli aeroporti nazionali ed internazionali, purché muniti di idonea documentazione attestante il carico e scarico delle merci (art. 6 comma 3 del decreto).

Prot 1 - Calendario dei divieti di circolazione.pdfSCARICA 
Decreto.pdfSCARICA 
Calendario.pdfSCARICA 

Leggi l'articolo su Fedespedi